Il Meglio Della Puglia

Si è concluso l’11 dicembre il ciclo di incontri organizzato dall’Associazione di Promozione Sociale Per il Meglio della Puglia su Google Meet e trasmesso, in parte, in diretta sulla pagina Facebook.

Sei appuntamenti per raccontare idee e progetti che parlano della Puglia, quella bella, creativa, che ha voglia di emergere ed allontanarsi dalle ultime posizioni di impietose classifiche.

Ad incontrare i soci, sindaci, assessori, direttori di musei ed istituzioni culturali, creativi, giornalisti pugliesi e non solo.

L’intento è quello di far crescere il capitale sociale del nostro Sud che spesso fugge, talvolta ritorna, altre volte, per fortuna, non è mai andato via.

Ogni serata è stata incentrata su un tema specifico per poi essere contaminata da suggestioni e narrazioni di esperienze di successo lasciando spazio, infine, ad un confronto decisamente ricco di spunti.

Ad inaugurare l’iniziativa, l’Assessore al Turismo e alla Cultura del Comune di Serracapriola Maria Teresa D’Orio per promuovere le attività legate alla valorizzazione di un comune piccolo ma ricco di potenzialità. Il progetto è inserire il Teatro Comunale Palazzo all’interno del circuito del Teatro Pubblico Pugliese rappresentato dal Presidente Giuseppe D’Urso che ha partecipato a più incontri.

Dai Monti Dauni, invece, è intervenuto il Sindaco di Biccari Gianfilippo Mignogna (quinto classificato al “Gioco del Sindaco” organizzato dall’Associazione Comuni Virtuosi) che ha letteralmente incantato tutti. Lo spirito che anima la sua attività di amministratore è quello di rendere la cittadinanza attiva, facendole riscoprire il senso di appartenenza ad un territorio che è suo di diritto. Ogni opera portata a termine, coinvolgendo le giuste competenze, non è un successo della politica ma della comunità.

In Capitanata, l’impegno su tematiche legate al sociale, impregnato di espressioni teatrali, è profuso dalla lucerina Stefania Benincaso: le arti performative per riscoprire il patrimonio materiale e immateriale di un luogo, rafforzare la cooperazione tra le comunità e attivare processi di rigenerazione delle periferie.

La Città di San Severo, ultimamente, è stata sotto i riflettori in quanto candidata a Capitale della cultura italiana per l'anno 2022. Pur non essendo rientrata nella top ten, l’esperienza descritta dall’Assessore alla Cultura Celeste Iacovino ha mosso l’interesse del Presidente D’Urso (Teatro Pubblico Pugliese). È nato così un intenso scambio di proposte, partendo dalla recente esperienza del Gran Galà di Danza “San Severo”, organizzato da Rossella Damone, vicepresidente di Per Il Meglio della Puglia e da Mario Marozzi, ballerino di straordinaria fama e soffermandosi anche sulla consolidata esperienza degli Amici della Musica di San Severo del Maestro Orlando, associazione con oltre cinquanta anni d’attività.  

L’estate appena trascorsa, ha visto anche tornare protagonista l’Anfiteatro Augusteo di Lucera come location d’eccezione per la rassegna Estate, Muse, Stelle mentre Emiliana Palmieri, anche lei socia di Per Il Meglio della Puglia, ha illustrato il progetto di recupero del Casino Masselli per trasformarlo nel Piccolo Teatro Andrea Pazienza.

Un’incursione fuori dai “confini” della Daunia ha dato ai soci l’opportunità di incontrare la Città di Taranto. L’Assessore allo Sviluppo economico e al Turismo Fabrizio Manzulli ha evidenziato come l’inserimento della città nella top ten delle candidate a Capitale della cultura italiana 2022 sia una bella rivincita per un territorio ormai bistrattato da anni. Il Museo Archeologico MArTa, il fiore all’occhiello, ci viene illustrato dalla sua Direttrice Eva Degl’Innocenti. Anche in questo caso, aver creato un ponte tra i tarantini e il proprio Museo è stata una scelta vincente. Surplus, il videogioco Past for Future, creato dal game designer Fabio Viola, che da vero “outsider” ha esaltato le potenzialità di nuovi linguaggi applicati al settore del turismo.

L’arte contemporanea è protagonista a Siponto, grazie alla nuova veste del Parco Archeologico diretto da Francesco Longobardi e con il supporto di Giusy Caroppo, Direttrice Artistica del Circuito del Contemporaneo, molte opportunità di collaborazione potrebbero nascere tra gli artisti pugliesi che operano anche fuori regione.

Il “meetings tour” si conclude in compagnia del regista Luciano Toriello che ha raccolto in un archivio migliaia di ore di filmati del nostro territorio, del light designer Romano Baratta con le sue immaginifiche luci che ricreano antichi manieri perduti e con un accorato appello di Anna Paola Giuliani, Assessore alla Cultura della Città di Foggia: un nuovo futuro per Foggia è possibile, basta iniziare a guardare con occhi diversi e più attenti, al bello che è presente ed incastonato nel tessuto urbano.

In definitiva, Per il Meglio della Puglia, attraverso l’attività dell’intero Direttivo e del suo Presidente Piero Gambale, sta provando a tessere una rete fitta, stimolante, colorata in un periodo difficile per il mondo dell’arte, della cultura, del turismo.

Il regalo più bello nelle parole del blogger Geppe Inserra: “un brainstorming capace di trasformare la distanza in relazione”.

Arrivederci al 2021!

Condividi sui Social