La Gazzetta del Mezzogiorno dedica un articolo alla Rete del Mediterraneo e ad Intuizioni Creative.

Progetti che hanno visto coinvolti – informa una nota di – 250 studenti per un totale di quasi 400 ore nelle quali sono state simulate piccole imprese con l’obiettivo di valorizzare il tessuto economico – sociale e il patrimonio culturale del Tavoliere, dei Monti Dauni e del Gargano.

La mission della Rete del Mediterraneo è infatti proprio quella di valorizzare il proprio territorio e gli strumenti di marketing territoriale.

Cerchiamo non solo di offrire competenze ma stimolare creatività e passione. In quasi tutti gli istituti è stato utilizzato il “Flywheel”, l’innovativo strumento tecnologico per l’aggiornamento e la gestione dei contenuti del sito web www.garganoedaunia.com dell’App "Gargano & Daunia", piattaforme che hanno come fine l’integrazione territoriale dei contesti turistici, culturali e agroalimentari della provincia di Foggia, sotto un unico brand, “Gargano & Daunia”.

Uno degli obiettivi raggiunti sostiene Enzo Dota, presidente della Rete del Mediterraneo è quello di dare piena consapevolezza ai ragazzi delle straordinarie potenzialità che ha un territorio grande e bello come quello della Daunia.

Condividi sui Social