Controllo Finanziario nelle PMI

Siamo circondati da persone che ci suggeriscono come diventare ricchi, ma molte di meno sono quelle che ci stanno a fianco, empaticamente, nel supportarci a gestire i soldi (a prescindere dalla quantità), i nostri e magari quelli altrui; si pensi, ad esempio, alla liquidità di un’azienda.
Orbene, rivolgendomi specificatamente al mondo delle PMI, non mi stanco mai di ripetere che non è la carenza di denaro che fa fallire le aziende, ma la carenza di idee e la mancanza di amore per il proprio lavoro. E un tale pensiero mi rimanda ad alcuni comportamenti costanti, da classificare ahimè tra gli errori imprenditoriali particolarmente gravi e frequenti. Eccoli:
• valutare la gestione solo a consuntivo, praticamente a bilancio ormai chiuso;
• fare confusione tra finanze personali e quelle aziendali, trattando il conto corrente dell’azienda come se fosse quello di casa;
• non saper utilizzare gli incentivi al personale, con la convinzione che creano dannose rivalità;
• passare il testimone generazionale nel modo sbagliato, trasferendo esperienze alle giovani leve non sempre utili in un mondo ormai stravolto;
• non conoscere bene gli strumenti gestionali già acquistati e a disposizione, sopraffatti dalla pigrizia e non comprendendo il vero valore dei dati immagazzinati;
• essere sovraccarico e non avere mai il tempo per dedicarsi allo sviluppo e alle strategie, per una cattiva gestione del proprio tempo.
Mi sono chiesto sempre il perché. Difficoltà ad uscire dalla propria zona di comfort? Non consapevolezza del potenziale aziendale? Assenza di una vision? Sicuramente, per ottenere ciò che ci soddisfa occorre metodo, persistenza e conoscenze preziose ma, innanzitutto, non bisogna aver paura di diventare poveri: la ricchezza, infatti, non si misura solo con parametri quantitativi, ma soprattutto con la presenza in capo alla persona di atteggiamenti adeguati quali l’intraprendenza, la determinazione, la lungimiranza.

Di Beppe Salvato

info@giuseppesalvato.it

Cell 3389896835

Condividi sui Social