All’appuntamento “Tourexperience 2019” dell’8 novembre le Guide Turistiche si consacrano “sentinelle

All’appello della Rete del Mediterraneo di essere “sentinelle” del proprio territorio, le Guide e gli Accompagnatori Turistici dello Sperone d’Italia rispondono con entusiasmo. Prova ne è l’inserimento nella nuova versione dell’App di “Gargano & Daunia” di oltre trenta esperienze turistiche in pochi giorni, organizzate in un calendario di semplicissima consultazione da parte dell’autoctono e del visitatore. Lo spirito di collaborazione e di rispetto tra gli operatori del settore è emerso subito chiaramente nel corso del secondo incontro del ciclo “Tourexperience 2019” che si è tenuto presso il Ristorante “Al Primo Piano” venerdì 8 novembre 2019, ben espresso dalla pioniera Franca Palese con la frase “Occorre fare un minestrone, non un frullato, con ogni pezzo che si fa portatore del proprio specifico know-how”. Quello che può regalare al turista una Guida Turistica che da sempre ha respirato l’aria di un luogo non può farlo un operatore straniero, in quanto, come evidenzia Luigi Scuro del Centro di Storia e Cultura Dauna “Il territorio lo si racconta con il cuore”. Durante il dibattito sono emersi i limiti degli Infopoint e la difficoltà di interfacciarsi con il turista straniero a causa della scarsa conoscenza delle lingue, come sottolineato da Terry Abbattista. All’incontro ha preso parte anche il giovane videomaker Fabrizio De Lillo, particolarmente impegnato nella promozione del territorio che strizzi l’occhio alla generazione dei millennials, il quale ha già espresso il suo talento nelle riprese di un video su Bovino per Sky e di un meraviglioso omaggio alla Masseria Pantano. Si aprono futuri scenari di incontro tra tradizione e innovazione.

 

Condividi sui Social